Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Pallanuoto femminile, il Bogliasco pareggia ad Ancona

Mario Sinatra: "La cosa brutta è che, sia in attacco che in difesa, abbiamo fatto errori madornali".

Più informazioni su

Primo pareggio stagionale per il Bogliasco in rosa che nella penultima trasferta dell’anno trova la sua prima divisione della posta non senza rammarico. Alla Passetto di Ancona le ragazze di Mario Sinatra impattano 7 pari con la Vela Nuoto al termine di una gara che per larghi tratti è sembrata ricalcare la falsariga della sfida d’andata.

A differenza di quanto accaduto un paio di mesi fa alla Vassallo, quando erano state le liguri a partire con il piede pigiato sull’acceleratore salvo poi subire il ritorno delle adriatiche, questa volta le parti si sono invertite con le marchigiane capaci di arrivare all’intervallo lungo avanti 4-1, dopo aver tenuto la propria porta sigillata per quasi tutto il primo quarto d’ora. A spezzare l’incantesimo per le ospiti ci ha pensato Giorgia Amedeo in prossimità della seconda sirena, dando di fatto il via ad una fase di gara completamente opposta rispetto a quanto visto fin lì.

Il gol del centro in calottina blu avuto infatti il potere di capovolgere la partita, ribaltandone l’inerzia e donando al Bogliasco tutt’altro piglio. Il parziale della riscossa è stato il terzo con il rigore di Giulia Santinelli e gli squilli di Rosa Rogondino e Giulia Millo che hanno rimesso in equilibrio il punteggio, anche grazie ad una difesa diventata nel frattempo imperforabile. Che il vento soffiasse verso le biancazzurra è stato confermato in apertura di quarto quarto dalle segnature di Viola Franci e dalla seconda soddisfazione personale di Santinellli. Il break di 5-0 incassato in poco più di dieci minuti e il ritrovarsi dal triplo vantaggio al doppio svantaggio, tuttavia, non ha avvilito le anconetane che hanno rotto il lungo digiuno con capitan Altamura a cui ha fatto subito da contraltare la risposta di Amedeo. A quel punto però Bogliasco ha spento la luce, fallendo più volte l’occasione buona per chiudere la contesa. Il tutto a favore di un Ancona che ne ha approfittato prima per portarsi a meno uno, quindi per riacciuffare il pareggio all’ultimo assalto, ad appena 4 secondi dalla sirena lunga.

Alle liguri resta il rammarico per essersi lasciate sfuggire dalle mani una vittoria che sembrava ormai conquistata. Ma il pari all’ombra del Conero consente comunque di mantenere la testa del raggruppamento seppur in coabitazione con la Florentia che vincendo a Trieste si è riallineata alle levantine a quota sette punti.

“E’ stata una partita dai due volte – commenta coach Sinatra – Abbiamo iniziato come peggio non si poteva, poi siamo stati brave a rimetterci in carreggiata anche se alla fine abbiamo buttato via un successo che sembrava raggiunto. Ma il risultato, forse, è quello giusto. La cosa brutta è che, sia in attacco che in difesa, abbiamo fatto errori madornali su cose di cui parliamo e su cui lavoriamo costantemente. E questo mi fa imbestialire. Spero che questa prestazione possa servirci da lezione ma se prima non capiremo in cosa abbiamo sbagliato e non faremo di tutto per evitare di ripetere questi errori la gara di oggi non sarà servita a nulla”.

Più informazioni su