Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

La Rapallo Pallanuoto batte al “Poggiolino” la Rari Nantes Imperia

La Rari Nantes Imperia vive una domenica amara  al ‘Poggiolino’ di Rapallo, sconfitta per 14-10  dalle gialloblu. Le giallorosse non riescono a voltare pagina, dopo il k.o. patito alla Sciorba, e rimangono a quota 3 punti in classifica.

Rispetto all’incontro precedente, sul piano della prestazione si sono visti alcuni miglioramenti ma ci sono ancora dei meccanismi da oliare. In particolare, le giallorosse hanno il demerito di essere troppo passive alle riprese dei giochi subendo così le folate offensive delle avversarie.
La partenza del Rapallo, infatti, è fulminante ed è l’esperta Kuzina ad assestare l’ uno-due, in tre minuti, che indirizza la gara. La Rari comunque non molla la presa e sono i difensori a suonare la carica: il gol di Mirabella e la doppietta di Sattin, intervallate dal momentaneo vantaggio di Fiori, portano il punteggio in parità al termine del primo periodo.

Come nei primi precedenti minuti, Rapallo riesce subito ad allungare di due reti  e, questa volta,  sono Sara Amoretti ed Accordino a riagguantare l’equilibrio sul tabellone. Ma non basta perché un’accelerata della squadra di casa ri-allarga il punteggio, con due marcature nel giro di pochi secondi. Sul finale di tempo, la rete di Sattin regala ossigeno alle Rari-Girls e per il difensore si tratta della rete numero 5 in stagione.

La Rari non riesce ad assestare il colpo che porterebbe la partita sui binari dell’equilibrio mentre, dall’altro lato, le ruentine costruiscono un buon margine di vantaggio che chiamerebbe la Rari all’impresa. Le padrone di casa sono quasi infallibili al tiro mentre le imperiesi lasciano per strada una serie di buone conclusioni. Alcuni momenti di nervosismo e poca lucidità complicano i piani della squadra di Stieber; così non bastano il secondo ed il terzo gol personale di Sara Amoretti e Rapallo vola all’ultimo quarto sul +4.

La difesa del Rapallo è perfetta nella marcatura su Carla Comba ed allora la Rari cerca altre vie per arrivare alla porta. Il principio di rimonta porta le firme di Accordino su rigore (rete numero 7 in stagione) e Mirabella che è abile a prendere fallo oltre i 6 metri, battere e scaricare una palombella imparabile per l’estremo difensore avversario. Senza troppi dubbi, la realizzazione più bella di giornata a coronamento di una buona prestazione personale.
La Rari però si inceppa sul più bello e  non riesce a chiudere la rimonta.  Negli ultimi giri di lancette, la squadra di casa va a segno altre due volte arrotondando il risultato.

Al termine dell’incontro ha parlato Merci Stieber, allenatrice della Rari Nantes Imperia:” Avevamo preparato la partita in un determinato modo ma non siamo riuscite ad esprimerci. Dietro abbiamo lasciato troppi buchi e davanti abbiamo tirato male, con un bassissima percentuale di realizzazione. Ho visto alcuni miglioramenti rispetto alla scorsa prestazione ma mentalmente siamo ancora fragili: quando abbiamo l’occasione di andare avanti o indirizzare la partita, falliamo il colpo.  Purtroppo perdiamo la testa e la calma  con troppa facilità e questo ci toglie energie.”

RAPALLO PALLANUOTO 14 – 10 RARI NANTES IMPERIA
(3-3; 5-3; 4-2; 2-2)

RAPALLO – Cò, Giavina, Gitto 4, Costigliolo 1, Sessarego, Fiore 2, Kuzina 4, Cabona 3, Mascherpa, Antonucci A., Solimano, Antonucci M., Bacicalupo. All.: Antonucci
IMPERIA – Sowe, Amoretti Ang., Martini, Amoretti S. 3, Amoretti An., Mirabella 2, Cappello, Comba, Ferraris, Accordino 2, Iazzetta, Sattin 3, Amoretti M. All.: Stieber
Superiorità numeriche: uscita per limite di falli Amoretti An. (I) nel quarto tempo. Rapallo 3/7; Imperia 2/11 + un rigore realizzato