Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione tigullio 010 8935042
PUBBLICITA'
pubblicità nel Tigullio Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 07.00 del 26 Maggio 2020

Sestri, Conti e Benedetti: "Servono provvedimenti a sostegno del commercio cittadino"

Sestri, Conti e Benedetti: `Servono provvedimenti a sostegno del commercio cittadino`
Sestri Levante - "Ben venga la proposta di concedere maggiore spazio pubblico a Bar e Ristoranti per questa estate in modo da poter svolgere l'attività mantenendo le distanze previste dai provvedimenti per contrastare la diffusione del Covid. La stessa iniziativa è già stata messa in atto da altri comuni ancora prima ed è una soluzione in alcuni casi percorribile, in altri un po' complessa": così i Consiglieri Gian Paolo Benedetti e Marco Conti

"Ci sono attività che non dispongono di spazi pubblici nelle loro vicinanze, come ad esempio alcune situate in viale Mazzini – continuano i Consiglieri - hanno davanti un marciapiede che deve garantire un passaggio agevole e distanziato delle persone senza che si vadano a creare restringimenti della sede, e dall'altra la presenza invalicabile dell' Aurelia. Anche gli esercizi prospicenti tutta via Nazionale, la più lunga del paese, potrebbero avere a disposizione solo qualche parcheggio da sottrarre all' uso per cui è destinato, ma non si può certo comparare con un tratto di strada sulla passeggiata a mare".

"Le concessioni dovranno essere rilasciate coniugando le necessità dei cittadini, che non dovranno subire limitazioni nell'accesso alle loro case e sul transito nei marciapiedi in condizioni di massima sicurezza sul distanziamento – proseguono Conti e Benedetti - come pure la destinazione originaria degli spazi che oggi andremo a cedere, valutando l'opportunità del cambio di destinazione".

"Una corretta misura per determinare quale sia l'effettiva necessità di ogni esercizio e non andare oltre - affermano - è quella di mantenere un corretto rapporto tra gli spazi normalmente a disposizione per ogni cliente, cioè 1,20 mq (fonte Inail) ed i 4 mq. per cliente attualmente previsti dall' Inail salvo deroghe Regionali visto che le norme contenute sono state fatte a tavolino senza considerare le diverse realtà locali".

"Un altro aspetto che sembra trasparire da alcuni articoli della stampa locale è quella che gli esercizi del centro storico, vivendo quasi esclusivamente sul turismo, abbiano l'indispensabile necessità dell'intervento dell'amministrazione perché siano continuamente organizzati eventi che siano un richiamo per i turisti ed invece gli esercizi decentrati non abbiano bisogno di niente perché lavorano tutto l'anno con i residenti – niente di più fuorviante, riflettono i due esponenti della minoranza - Si potrebbe dire che la linea di demarcazione della città sia l'Aurelia che divide l'area turistica, quella situata verso il centro storico ed il mare da quella lato monte che sembra non necessitare di attenzioni".

"Tutto questo necessita di una riflessione più approfondita, tutte le attività commerciali devono essere trattate nella stessa maniera – propongono Benedetti e Conti - se non ci saranno spazi disponibili da assegnare si dovranno cercare altre agevolazioni come la riduzione o cancellazione di alcuni tributi comunali, l'assegnazione di parcheggi o altro secondo le esigenze delle singole realtà".

"Un altro punto delicato è l'eventualità di cedere agli stabilimenti balneari la striscia di libero transito prevista sulla battigia, infatti secondo le linee Inail dovranno essere previsti adeguati spazi per la battigia in modo da garantire un agevole passaggio e distanziamento tra postazioni degli stabilimenti e passanti, cosa però molto difficile" - affermano i Consiglieri Benedetti e Conti.

"Ad oggi non è stata spesa una parola sui canoni di pagamento delle autorizzazioni già in essere di suolo pubblico, l' amministrazione ha solo previsto un rinvio della scadenza – concludono i due consiglieri - la momentanea inattività di Mediaterraneo, la cancellazione degli appuntamenti estivi e la possibilità di spostare al 2021 il pagamento delle rate dei mutui del Comune consentirà di avere maggiori risorse da investire nell'emergenza. Lamentiamo il mancato il coinvolgimento della minoranza che poteva fornire il proprio contributo migliorativo visto e considerato che le perplessità e le ombre non mancano".
Mercoledì 13 maggio 2020 alle 12:10:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie del Tigullio




-









La Voce del Tigullio è un supplemento di Genova Post,
testata registrata presso il Tribunale di La Spezia,
numero 1 del registro stampe 2009 con delibera 31/01/2009

P. Iva 01383400114

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News