LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Tris in Champios League per la Pro Recco!

Nella terza uscita europea della stagione terza vittoria consecutiva battendo nettamente lo Spandau 04 Berlino

Tris Pro Recco in Champions League: a Ostia i biancocelesti battono anche lo Spandau 04 Berlino per 19-6 e chiudono il primo concentramento con nove punti, in testa al girone A insieme allo Jug Dubrovnik.

Vincere soffrendo meno rispetto alle prime due partite: con questo obiettivo i ragazzi di Hernandez – privi di Echenique, a riposo – scendono in acqua per l’ultimo impegno del 2020. E l’approccio al match della Pro Recco è convincente con Bijac bravo a respingere tutte le occasioni dello Spandau e Di Fulvio a trascinare la fase offensiva. Il numero 2 inaugura il tabellino dopo quasi tre minuti di gioco da posizione 4, poi serve Dobud sul secondo palo sfruttando l’espulsione di Juengling. Uomo in più che i biancocelesti capitalizzano altre due volte con Figlioli e Di Fulvio che chiudono il tempo sul 4-0.

Il primo gol dei tedeschi arriva sul 5-0, dopo quasi 11 minuti ed è il rigore trasformato da Kholod. Penalty che non sbaglia neppure Ivovic, due volte dai 5 metri, per il 6-1. La girata vincente di Dobud (7-1) scuote lo Spandau che va a segno con Gielen e Kholod, ma prima Younger, e poi Presciutti in superiorità, mantengono il +6 con il risultato di 9-3 che accompagna le squadre al cambio campo.

Le ottime percentuali con l’uomo in più si confermano anche nel terzo quarto con le reti di Dobud e Mandic (11-3) che sono una mazzata sul morale dello Spandau 04. La Pro Recco allora dilaga e vola verso gli ultimi otto minuti sul 14-3 con la gioia del primo gol in Champions League dell’americano Hallock al termine di una bella azione corale in superiorità.

Hernandez cambia tra i pali, con Negri che sostituisce Bijac, e come al solito Younger si scatena nel quarto tempo con tre reti (poker totale per lui, miglior marcatore) nel 19-6 definitivo che vede segnare tutti i giocatori di movimento.

 “Disputare tre gare in tre giorni con squadre così importanti non è stato facile, abbiamo giocato poco questa stagione e l’importante era soprattutto vincere – ammette Niccolò Figari -. Siamo migliorati partita dopo partita e dalla prestazione di questa sera ripartiremo a gennaio”.