Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Cogorno, le celebrazioni del 25 aprile

Più informazioni su

“E’ doveroso da parte di tutta l’Amministrazione Comunale ringraziare tutta la cittadinanza per l’impegno e sostegno con canti ed esposizione di bandiere in occasione della semplice ma significativa manifestazione per la ricorrenza del 25 Aprile, il pensiero e ringraziamento particolare a tutte le associazioni e gruppi Consiliari che con la loro presenza hanno reso ancora più speciale questa ricorrenza. Un grazie di cuore a tutti. Viva la Libertà! Viva il 25 Aprile! Viva L’Italia!”.

Con queste parole, il Sindaco di Cogorno Gino Garibaldi ha rivolto un particolare ringraziamento alla cittadinanza e a quanti hanno partecipato alle celebrazioni per il 76esimo Anniversario della Liberazione. Il Sindaco, gli esponenti dell’Amministrazione Comunale, i capigruppo consigliari, e i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, della Polizia Municipale, del Gruppo Alpini di Cogorno, dell’ANPI, della Croce Rossa, della Squadra comunale di Protezione Civile e delle associazioni e delle scuole del territorio, hanno omaggiato i cippi commemorativi del territorio comunale, sul Monte San Giacomo, presso il Monumentale ai Caduti della chiesa parrocchiale della Costa e presso la scuola Rocca di San Salvatore e la scuola di Cogorno.

“La libertà non è mai definitiva, ciò ci spinge continuamente ad azioni di Liberazione – ha dichiarato l’Assessore comunale alle Tradizioni, Franca Raffo – E’ liberazione l’impegno quotidiano nelle scuole, così in tutti i luoghi del lavoro e della cultura, di quanti continuano a preservare il ricordo e la consapevolezza di quello che è stato il 25 Aprile 1945. Per un minuto di memoria vera bastano anche un fiore depositato, il gesto grato, lo scorcio di un muro, la fotografia, la lapide, il cippo, la sosta silenziosa. Il Comune di Cogorno con il Sindaco
Gino Garibaldi, l’Amministrazione Comunale, i Capigruppo Consiliari, la rappresentanza delle Forze Armate, dell’ANPI, il gruppo Alpini , la Croce Rossa e la Protezione Civile di Cogorno, uniti alle Associazioni locali, delle scuole e cittadini, hanno reso l’Importanza della memoria, perchè il 25 Aprile è di tutti. Solo poche parole ai Giovani “GLI OCCHI SONO LA MEMORIA”. Il sacrificio dato per un bene comune non sarà mai perso, se nel nostro viso scenderà sempre una lacrima a ricordo. Viva il 25 Aprile”.

“E’ stata una bella cerimonia con le rappresentanze delle scuole e delle associazioni del nostro territorio – ha commentato la Capogruppo di “Rinnovamento per Cogorno”, Cristina Daneri -. Un momento importante ed emozionante, anche se limitato per le normative anti contagio, per celebrare il raggiungimento della nostra libertà”.

“E’ stata una bella manifestazione seppur in forma ridotta causa Covid – ha detto la Capogruppo di “Unità Democratica Partecip@ttiva” Laura Bacchella -. Una manifestazione che è andata nel solco dello spirito dell’unione di tutte le forze politiche per liberare l’Italia. Anche domenica scorsa l’atmosfera era questa contro ogni forma di prevaricazione e di dittatura, con l’augurio di organizzare il prossimo anno una manifestazione ancora più partecipata ed ampia”.

“Un ricordo semplice ma chiaro nel suo scopo – ha detto il Capogruppo di “Avanti Cogorno”, Daniele Groppo -. Ricordata la storia del nostro comune e la creazione dei vari cippi antifascisti posizionati sul territorio. Come chiesto dal comune grande la partecipazione “a distanza” della cittadinanza, che ha risposto al nostro invito esponendo il tricolore e unendosi ai canti della Resistenza”.

Più informazioni su