LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Pastorino: “Ci provano anche stavolta: distorcono la realtà per una spasmodica ricerca del consenso”.

Vaccino influenzale gratuito per gli ultrasessantenni, la decisione è del governo, ma Toti e Viale raccontano che è un loro successo.

«Il duo Toti/Viale non finisce mai di sorprenderci. Prima spaccia l’abolizione del super-ticket come una conquista della giunta regionale, quando invece è una decisione del governo nazionale. E adesso ci riprova con la vaccinazione antinfluenzale gratuita per gli ultrasessantenni: ma anche questo è un provvedimento dell’Esecutivo, approvato in ragione dell’emergenza covid. Lo schema di Toti è molto semplice: se il governo fa qualcosa di positivo, allora si trasforma automaticamente in un atto della giunta regionale. Se invece c’è un problema che incide sia a livello nazionale sia a livello locale (e ce ne sono tanti, ci mancherebbe non riconoscerlo), allora è soltanto colpa del governo. Ad esempio l’inizio dell’anno scolastico: come se i 4 assessorati regionali che dovrebbero occuparsi di scuola non fossero, essi stessi, parte del problema. Le deleghe di Cavo alla scuola e formazione, Viale alla sanità scolastica, Berrino ai trasporti e Scajola all’edilizia scolastica, sfuggono magicamente alla retorica totiana. Comprendiamo che le dinamiche elettorali portino Toti a cercare il consenso in maniera spasmodica, ma continuare a distorcere la realtà ci sembra un brutto servizio nei confronti dei liguri e, in generale, della democrazia».Lo dichiara il capogruppo di Linea Condivisa Gianni Pastorino, candidato capolista per Linea Condivisa nel collegio di Genova alle prossime elezioni regionali.