Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Da sogno la prima di Masitto: la Lavagnese supera a domicilio la capolista Gozzano

La sfida con l'altro ex Spezia Antonio Soda seduto sulla panchina piemontese se l'aggiudica il neo allenatore dei bianconeri

Aveva chiesto una prova d’orgoglio importante ai suoi ragazzi mister Masitto e così è stato; una Lavagnese completamente trasfigurata rispetto alle ultime apparizioni ha tenuto testa e a tratti surclassato la capolista Gozzano.

Una prima frazione giocata alla pari e la diretta televisiva di Sportitalia ha fatto vivere ai presenti aria di categoria superiore, nel secondo tempo il desiderio e quasi l’obbligo del Gozzano di provare a vincere ha aperto spazi importanti ad Avellino e compagni che sono riusciti a scardinare la miglior difesa del campionato e a far propria l’intera posta in palio.

Pronti via e un corto passaggio di Avellino per D’Orsi che non aggancia innesca Allegretti che si libera dalla marcatura e insacca nell’angolino alla sinistra di Boschini.

La Lavagnese è viva più che mai e lo svantaggio iniziale non abbatte i bianconeri che al 7′ e al 12′ provano la conclusione con D’Orsi sfortunato a vedersi rimpallare i tiri da difensori rossoblù. Anche il Gozzano ci prova ancora con Allegretti al 17′ ma quest volta Boschini fa buona guardia. Al 23′ una bella conclusione di Basso trova pronto Vagge che devia in calcio d’angolo.

Al 37′ la Lavagnese trova il meritato pareggio e grazie ad uno schema provato in settimana libera Romanengo che viene servito sul taglio in area da Bei per l’1-1.

L’ultima azione di rilievo della prima frazione porta la firma di Vono al 45′ che calcia in porta trovando però il solito Boschini a chiudere ogni spazio.

Nel secondo tempo la prima conclusione è di Sylla che di testa non trova lo specchio della porta, poi al 63′ doppio cambio con Confalonieri per Gemelli ammonito e Rovido per D’Orsi.

Due minuti più tardi Buongiorno sguscia sulla destra e incrocia uno splendido tiro che viene toccato da Vagge sul palo, al 75′ poi Orlando subentra a Romanengo, al 77′ il Gozzano preme sull’acceleratore e impegna in due occasioni consecutive l’ottimo Boschini, prima con Carta e poi con Allegretti in rovesciata. All’ 84′ cambia la partita, mister Masitto ha l’intuizione giusta e sostituisce Bei con Tripoli e Rovido con Queirolo disponendosi a specchio passando dal 4-3-3 al 5-3-1-1. Dal canto suo mister Soda inserisce Mastaj per Carta.

Il Gozzano schiaccia forte ma la Lavagnese riparte fulminea con Buongiorno che guadagna punizioni e campo, proprio Buongiorno è lesto e bravo a difendere un filtrante di Alluci e a trafiggere in area il numero uno del Gozzano per il definitivo 2-1 bianconero!

Dopo ben 6 minuti di recupero finisce quindi con il bottino pieno portato a casa da Avellino e compagni, ma la testa è già a domani quando i ragazzi inizieranno a preparare il recupero di sabato prossimo al Comunale di Borgosesia contro i valsesiani che oggi hanno imbrigliato sull’1-1 la Sanremese.

 

GOZZANO: Vagge, Gemelli (63′ Confalonieri), Vono, Sylla, Allegretti, Kayode, Carta (87′ Mastaj), Piraccini, Bianconi, Cella, Pavan.

A disposizione Cincilla, Bane, Modesti, Rampin, Olivato, Di Giovanni, Siano. All. Antonio Soda.

LAVAGNESE: Boschini, Oneto, Di Vittorio, Avellino, Rossini, Alluci, Romanengo (75′ Orlando), Basso, Buongiorno, D’Orsi (63′ Rovido)(84′ Queirolo), Bei (84′ Tripoli).

A disposizione Bova, Bacigalupo, Di Lisi, Profumo, Bagnato. All. Cristiano Masitto.

 

Arbitro: Claudio Giuseppe Allegretta di Molfetta.

Assistenti: Francesco Picciché di Trapani e Lorenzo Chillemi di Barcellona Pozzo di Gotto.

Ammoniti al 59′ Gemelli, al 68′ Piraccini, al 76′ Oneto, all’84’ Alluci.

Possesso palla 54 – 46 %

Tiri (in porta) Gozzano 6 (5) – Lavagnese 7 (6).

Calci d’angolo 7 – 3.

Falli commessi 15 – 9.

Reti: 2′ Allegretti, 37′ Romanengo, 92′ Buongiorno.

Articolo realizzato dall’ufficio stampa della società Usd Lavagnese