Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Una Lavagnese incerottata subisce la rimonta vincente del Legnano

Il vantaggio di Addiego Mobilio non basta: il "bandito" Cocuzza, Di Lernia e Gasparri danno la vittoria ai "lilla".

Una Lavagnese incerottata si presenta al “Mari” senza i difensori Oneto e Rossini squalificati, il portiere Boschini indisponibile, Cantatore acciaccato lasciato precauzionalmente in panchina e mister Ranieri a casa per motivi di salute.

Un momento davvero delicato per i bianconeri del Presidente Compagnoni che partono però col piede giusto e alla prima occasione utile castigano il Legnano al 4′ grazie ad una punizione di Addiego Mobilio che, deviata dalla barriera, inganna l’estremo Russo.

Al 7′ altra ghiotta occasione per Buongiorno che da distanza ravvicinata ma defilata la spara alta di poco, il Legnano a fatica esce dal guscio e la prima conclusione arriva al 14′ con Ronzoni che conclude sulla schiena di Bacigalupo. Un minuto più tardi Tripoli recupera una palla morta e calcia di prima intenzione da posizione impossibile centrando l’esterno del palo coperto da Russo.

Al 34′ il Legnano si riscatta realizzando il pareggio come la Lavagnese aveva trovato il vantaggio, punizione di Di Lernia dalla sinistra, spizzata di nuca di Cocuzza e Bova beffato può solo stare a guardare. Il Legnano preme ma senza particolari patemi, l’ultimo pericolo della prima frazione arriva al 43′ quando Bova amministra un’innocua conclusione di Cocuzza.

La ripresa si apre con la sostituzione di Addiego Mobilio, ammonito, con Rovido che sembra dare maggior dinamicità alla manovra offensiva bianconera, anche se le conclusioni più pericolose arrivano dai lilla Di Lernia al 53′ e Bingo al 57′, poi al 61′ Cantatore per Tripoli e De Stefano F. per Diana e una bella conclusione di Rovido che impegna Russo a terra.

Al 71′ Tunesi rileva Bingo e un minuto più tardi Bacigalupo lascia partire un siluro disinnescato dal numero uno lombardo. Al 77′ D’Orsi deve sostituire Cantatore per un presunto stiramento, mentre tre minuti dopo anche Alluci lascia il campo a Bei, all’83’ Bacigalupo commette un ingenuo fallo sulla tre quarti di sinistra da dove Di Lernia lascia partire una punizione velenosa che s’insacca direttamente nell’angolino opposto.

Nel finale Ortolani della Nave rileva Cocuzza mentre la Lavagnese tenta il tutto per tutto con Basso e Buongiorno che provano la conclusione senza centrare la porta, al 4′ di recupero il Legnano cala il tris in contropiede, Gasparri fa tutto da solo e insacca dal limite a fil di palo.

Un’altra punizione troppo pesante per i bianconeri, comunque sempre in partita fino a dieci minuti dalla fine. Prossimo impegno per i bianconeri domenica sul terreno della capolista Gozzano in attesa di possibili novità.

Tabellino
LEGNANO-LAVAGNESE 2-3
Reti: 4′ Addiego Mobilio, 34′ Cocuzza, 83′ Di Lernia, 94′ Gasparri.

LEGNANO: Russo, Diana (62′ De Stefano F.), De Stefano D., Di Lernia, Nava, Luoni, Radaelli, Bingo (71′ Tunesi), Cocuzza (86′ Ortolani della Nave), Ronzoni, Gasparri.

A disposizione Ferrari, Barbui, Pellini, Febbrasio, Beretta, Brusa. All. Marco Sgrò.

LAVAGNESE: Bova, Bacigalupo, Di Vittorio, Avellino, Basso, Di Lisi, Romanengo, Alluci (80′ Bei), Buongiorno, Addiego Mobilio (46′ Rovido), Tripoli (61′ Cantatore – 77′ D’Orsi).

A disposizione Boschini, Profumo, Orlando, Bagnato, Perasso. All. Davide Carli

 

Arbitro: Andrea Bortolussi di Nichelino.

Assistenti: Giuseppe Minutoli di Messina e Salvatore Barbanera di Palermo.

Note: Ammoniti al 34′ Addiego Mobilio, al 48′ Avellino, al 50′ Radaelli, al 61′ Di Lernia – Tiri (in porta) Legnano 10 (5) – Lavagnese 9 (4) – Calci d’angolo 3 – 3.