Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Al via le ispezioni aeree dei cavi di media tensione: 51 i comuni interessati

E-Distribuzione: "L'obiettivo è, infatti, quello di ridurre il numero di interruzioni di corrente"

Inizieranno il 19 aprile, e proseguiranno fino a fine mese, le ispezioni aeree svolte da E-Distribuzione, la Società del Gruppo Enel che gestisce la rete di media e bassa tensione. Nel dettaglio, verranno esaminati circa 520 km di rete – nella sola provincia di Genova – per verificare lo stato delle linee elettriche di media tensione. L’iniziativa fa parte dei controlli aerei di routine che la Società svolge regolarmente per garantire un servizio efficiente e di qualità.

Il monitoraggio verrà effettuato attraverso un elicottero e con l’ausilio di tecnologie di ultima generazione. Mediante il sorvolo a bassa quota, infatti, sarà possibile rilevare eventuali anomalie e riprendere la situazione degli impianti. Verrà posta particolare attenzione alla presenza di piante e vegetazione nelle immediate vicinanze dei conduttori ed allo stato di conservazione di sostegni, mensole, isolatori, sezionatori a palo e posti di trasformazione su palo.

L’intervento sarà realizzato con le linee elettriche in tensione, senza quindi ricorrere ad alcuna interruzione del servizio e pertanto senza arrecare alcun disagio alla clientela. L’obiettivo è, infatti, quello di ridurre il numero di interruzioni di corrente e migliorare sempre più la qualità del servizio elettrico offerto, predisponendo piani di intervento in grado di prevenire molte cause di potenziali disservizi.

“Le ispezioni aeree – dichiara Enrico Bottone Responsabile Area Territoriale Nord Ovest di E-Distribuzione – rappresentano per E-Distribuzione un investimento economico e tecnologico importante, ma è un’attività fondamentale che ci permette di ridurre in modo significativo i tempi necessari per i controlli, di aumentarne l’accuratezza, e di evitare interruzioni del servizio. Grazie a questi monitoraggi, garantiremo a cittadini e imprese del territorio una rete elettrica affidabile e resiliente”

Il sorvolo interesserà complessivamente 51 comuni: Avegno, Bargagli, Borzonasca, Busalla, Camogli, Campoligure, Campomorone, Casella, Ceranesi, Chiavari, Cicagna, Cogoleto, Cogorno, Coreglia L., Crocefieschi, Davagna, Favale di Malvaro, Isola del Cantone, Lavagna, Leivi, Lorsica, Lumarzo, Masone, Mele, Moconesi, Ne, Neirone, Orero, Pieve Ligure, Portofino, Propata, Rapallo, Recco, Ronco Scrivia, Rondanina, Rossiglione, S.Colombano Certenoli, S.Margherita L., S.Olcese, Savignone, Serra Ricco’, Serra-Orero, Sestri Levante, Sori, Tiglieto, Torriglia, Tribogna, Uscio, Valbrevenna, Vobbia e Zoagli.