LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Gel disinfettante mani: quale scegliere per proteggersi?

Più informazioni su

Non è facile districarsi nella rete della grande offerta dei gel disinfettanti per le mani le cui vendite si sono impennate dopo la diffusione del contagio ed oggi in commercio ce ne sono una grande varietà in grado di igienizzare efficacemente le mani.

Se ne possono trovare in dispenser dai bei colori adatti a grandi e bambini, profumati alla cannella o alla lavanda, diversi dall’odore pungente del gel usato in ospedale.

Sono anche aumentati i posti dove acquistare il gel igienizzante mani, infatti tra online e negozi fisici la lista diventa sempre più lunga giorno dopo giorno.

I gel igienizzanti per le mani usati in mancanza di acqua e sapone, con una base alcolica sono un’alternativa molto valida anche se il loro prolungato uso è sconsigliato in quanto provoca secchezza della pelle.

Le mani sono la parte del corpo che laviamo frequentemente e il modo in cui le laviamo durante la giornata ha un ruolo fondamentale nel controllo delle infezioni perché proprio le mani sono un grande ricettacolo di germi.

Alcuni di questi sono stabilmente sulla pelle senza creare alcun problema, ma a questi se ne aggiungono altri come virus e batteri che sono nocivi e quindi hanno bisogno di essere debellati con l’acqua e il sapone: in assenza di essi si usano gli igienizzanti per le mani che generalmente sono a base alcolica anche se si differenziano dai saponi per come vengono utilizzati, infatti le mani devono assolutamente essere asciutte.

Tipologia di disinfettanti mani

In generale quasi tutti i disinfettanti mani sono sotto forma di gel e la loro composizione deve essere al 60% minimo a base alcool cioè devono contenere etanolo o alcol isopropilene, alcol denaturato a cui si aggiunge acqua e anche sostanze umettanti e idratanti come la glicerina che rende la pelle meno secca.

La forma in gel è la più usata e richiesta ed è composta dall’aggiunta di sostanze addensanti come il carbomer.

Oltre all’alcol presente in tutti i gel igienizzanti per le mani ci possono essere altri principi attivi che hanno attività antimicrobica come la clorexina digluconata ma se l’alcol è presente in giusta concentrazione non è necessaria.

Gel mani: attenzione a ciò che si cerca

Prima dell’acquisto bisogna accertarsi se stiamo acquistando un gel mani come cosmetico o come presidio medico chirurgico così come riportato in etichetta.

La differenza sta nella destinazione di uso in quanto i gel cosmetici mantengono le mani in buono stato e quella igienizzante e disinfettante è solo una caratteristica aggiuntiva, invece nel presidio medico chirurgico l’azione disinfettante antibatterica diventa una priorità.

L’OMS ossia l’Organizzazione Mondiale della Sanità per la corretta igienizzazione delle mani consiglia di usare in assenza di acqua e sapone, una formulazione gel senza risciacquo che abbia minimo il sessanta per cento di alcol mentre di etanolo all’80 per cento e a base isopropanolo al 75%.

Caratteristiche e tipi di igienizzante per le mani

Andiamo un attimo ad approfondire quelle che sono le caratteristiche di un igienizzante per le mani:

  • Deve contenere il 60% di alcol così garantisce l’eliminazione di virus e batteri
  • Deve avere sostanze emollienti per evitare di causare danni alla pelle
  • Deve essere contenuto in confezioni pratiche e maneggevoli per essere conservati in borsa o tasca ed averli a portata di mano.

I disinfettanti per le mani non sono quindi tutti uguali ma assolvono alla loro funzione germicida.

In commercio si trovano tre forme differenti oltre a gel classico più conosciuto:

  • schiuma,
  • le salviettine,
  • liquido spray.

Un gel con un’alta gradazione alcolica garantirà il 99,9 per cento di eliminazione di germi e batteri nocivi che unito agli estratti naturali di aloe renderà la pelle delle mani morbida e quindi la pelle non risulterà irritata.

Vediamo le caratteristiche di ciascuno:

I disinfettanti spray

I disinfettanti spray quando non contengono alcol hanno invece il benzalconio cloruro e il triclosan che svolgono azione germicida e battericida il cui uso prolungato rappresenta un problema per la salute della pelle.

I disinfettanti schiuma

I disinfettanti in schiuma sono comodi quando si devono disinfettare le mani dei bambini e i luoghi dove giocano per togliere germi dalle mani e dai giocattoli che poi mettono in bocca.

L’alternativa al Gel Disinfettante, le salviettine

Esistono anche le salviettine igienizzanti che a volte possono sembrare più comode ma forse non utili per questo coronavirus perché non hanno la concentrazione adeguata di alcol o antibatterici.

Disinfettanti per bambini

Forse è uno degli argomenti più importanti eppure è sottovalutato, ricordiamo di usare disinfettante specificamente per bambini quando bisogna comprare un gel per chi è sotto i 12 anni.

La pelle di un adulto e quella di un bambino sono differenti, i primi hanno una pelle molto delicata e sensibile per questo è importante usare gel disinfettante mani adatto all’età del bambino.

Quindi è importantissimo utilizzare il disinfettante giusto adatto alla portata dei bambini per evitare irritazioni e complicazioni inutili in questo periodo già abbastanza dure di per sé.

Più informazioni su