LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Santa Margherita Ligure, libretto Haiku in zeneize

Cinquanta copie saranno destinate ad una raccolta fondi, il cui ricavato andrà all' UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) Onlus.

Più informazioni su

Questa mattina sulla pagina Facebook del Comune di Santa Margherita Ligure (dove è ancora visibile il video) è stato presentato il libro “Haiku in zeneize” di Benedetto Mortola e del Gruppo di scrittura creativa “In punta di Penna” a cura di Maria Marchetti, edita dai Servizi Bibliotecari del Comune di Santa Margherita Ligure.

Questo piccolo ma prezioso volumetto è il terzo pubblicato dai Servizi Bibliotecari, tra quelli nati dalla realizzazione dei progetti del Laboratorio di scrittura creativa della biblioteca (quest’anno tenutosi a distanza). I precedenti sono: una raccolta di corti teatrali dal titolo “Sognare di Domenica” e “L’Idrovolante e altre storie”, tutti stampati dalla SEF di Rapallo.

Durante il collegamento Benedetto Mortola, che ha tenuto il corso di Scrittura crativa quest’anno, ha raccontato di come è nata l’idea di realizzare questo progetto editoriale originale ed unico nel suo genere, e di come si è sviluppato. «L’haiku nasce in Giappone come breve componimento poetico che porge emozione – ha spiegato Mortola – Noi lo abbiamo realizzato con lo ‘spirito’ occidentale, discostandoci da quello originale giapponese, in lingua genovese, ma nel rispetto della metrica ufficiale».

Il libretto degli Haiku è stato stampato in 200 esemplari. Cinquanta copie saranno destinate ad una raccolta fondi, il cui ricavato andrà all’ UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) Onlus. Per l’acquisto di queste copie occorre rivolgersi alla biblioteca di via C. Vignolo.

Dichiara l’Assessore alla Scuola e all’Associazioni Beatrice Tassara: «Gli amici non vedenti ci possono guidare a sentire meglio le parole. Sentire meglio con le orecchie, con il cuore e mettersi nei panni degli altri. Questo libretto è un altro pezzettino di cammino che la nostra comunità ha fatto con umiltà per andare incontro agli altri».

Più informazioni su