LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Teatro Garage, presentata la prima parte della nuova stagione

Più informazioni su

Una nuova stagione ricca e articolata in diverse rassegne: drammaturgia contemporanea, comicità, teatro per bambini e spettacoli d’improvvisazione. Parte sabato 26 settembre 2020 la nuova stagione del Teatro Garage, spazio che da oltre trent’anni anima la città di Genova.

Il Teatro Garage, fresco del successo della trentesima edizione della rassegna estiva “Ridere d’agosto ma anche prima”, che si è tenuta a luglio e agosto al Porto Antico di Genova e a Villa Imperiale, riapre le porte della Sala Diana (via Paggi 43 B) dopo gli ultimi mesi di chiusura forzata a causa dell’emergenza sanitaria. Lo fa nel totale rispetto delle normative vigenti e in un ambiente completamente sanificato, grazie a uno strumento di ultima generazione che garantisce una totale e costante sanificazione degli spazi.

Tra i diciotto spettacoli in programma il nuovo show del comico Mario Zucca “Tutto può accadere” (10-11 ottobre), il monologo di Fabio Fiori “Una vita color vespa” (13-14 novembre), il classico “L’importanza di chiamarsi Ernesto” della Compagnia Tealtro (4 dicembre), “Ignota a me stessa” sulla vita e le opere della grande fotografa del Novecento Vivian Maier (18-19 dicembre) e la commedia dialettale “Trae in scio bansîgo” (17-18 ottobre). Spazio anche all’improvvisazione e all’interazione con il pubblico con Maniman Teatro e agli spettacoli per famiglie della rassegna “Ti racconto una fiaba”, che quest’anno presenta quattro debutti.

«Senza dubbio questo è stato un anno molto particolare e complicato per gli spettacoli e per il nostro teatro in particolare – spiega Daniela Deplano, presidente del Teatro Garage – Dopo la chiusura anticipata a causa della situazione di emergenza pandemica, il teatro è rimasto orfano del suo fondatore e direttore artistico Lorenzo Costa, scomparso improvvisamente qualche settimana fa. Nonostante le difficoltà, non abbiamo pensato neanche un minuto di sospendere il nostro cammino e vogliamo ripartire con la nuova stagione, presentando il programma fino a dicembre 2020, in attesa delle nuove disposizioni per l’anno nuovo. Sarà una stagione particolare: il pubblico sarà dimezzato al fine di rispettare il distanziamento e molti spettacoli saranno in doppia replica. Ci teniamo a ringraziare tutti gli attori e le maestranze per questo grande sforzo di partecipazione e il Municipio Bassa Val Bisagno, con il quale collaboriamo da sempre».

Più informazioni su