Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Reddito di cittadinanza, falsificavano le autodichiarazioni: denunciate 42 persone

Durante i controlli i carabinieri hanno stimato che il danno erariale è di circa 80.000 euro.

42 persone (37 extracomunitari e 5 romeni), sono stati denunciati dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Genova durante i controlli per individuare i “furbetti del sussidio”, ovvero coloro che, pur non avendone i requisiti hanno richiesto ed ottenuto elargizioni statali come il reddito di cittadinanza e l’assegno sociale.

“In particolare, dagli accertamenti dei Carabinieri di Genova è emerso che, per ottenere il sussidio, gli indagati avrebbero “autocertificato” il possesso dei requisiti minimi richiesti dalla legge, manipolando sistematicamente, nella maggior parte dei casi, la data d’ingresso sul territorio nazionale che deve essere retrodatata di almeno dieci anni. In alcuni episodi limitati, i denunciati hanno rilasciato false dichiarazioni sulla residenza, in altri infine hanno omesso la contestuale percezione di redditi da lavoro dipendente e la convivenza con altri destinatari del medesimo beneficio o lavoratori dipendenti. Il danno stimato è di circa 80.000 euro”.

“L’attività ancora in corso, si inserisce nella perdurante ricerca investigativa condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale genovese, già avviata nel 2018, allorquando in collaborazione con i vertici provinciali dell’I.N.P.S., in più fasi venne rilevata l’erronea erogazione del c.d. “assegno sociale” in favore di 19 “insospettabili” benestanti poi denunciati e colpiti da sequestri per equivalente per quasi 650 mila euro”.