Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Focolaio all’ospedale di Lavagna, blitz dei Carabinieri del Nas

I militari hanno sequestrato sia le cartelle cliniche che la documentazione in tema di vaccinazioni. Costa: "Passi in avanti decisivi per obbligo vaccinale operatori sanitari"

Cartelle cliniche e delle vaccinazioni sequestrate dai carabinieri del Nas all’ospedale di Lavagna dove tre giorni fa è stato scoperto un focolaio di Covid nel reparto di Medicina

Il cluster scoppiato nell’ospedale era stato annunciato dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti il quale aveva altresì comunicato che i positivi erano nove, otto pazienti e un infermiere no vax.

I degenti erano stati trasferiti in un reparto Covid a Sestri Levante. Quello del Tigullio è stato il secondo focolaio ospedaliero in ordine di tempo

“In queste ore sono stati fatti importanti e decisivi passi in avanti per l’introduzione dell’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari in corsia che entrano in contatto diretto con i pazienti – ha dichiarato il Sottosegretario di Stato alla Salute ed esponente di Noi con l’Italia, Andrea Costa – Il nostro appello è stato ascoltato. Il Governo è già al lavoro: il ministro della Giustizia Marta Cartabia, in accordo con il Presidente del Consiglio Mario Draghi, il ministro della Salute Roberto Speranza e il ministro del Lavoro Andrea Orlando, sta preparando un provvedimento in merito. Come ho ricordato in più occasioni, non è accettabile che un cittadino, entrando in una struttura sanitaria, corra il pericolo di essere contagiato dagli stessi operatori che dovrebbero tutelarne la salute”.