Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

“Troppi disagi in Autostrada, la pazienza è finita”

A tuonare per i disagi e i pericoli sulla rete ligure è il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco: "Da mesi assistiamo a questa situazione, non si può andare avanti così"

“Il limite di sopportazione è stato superato, è il momento di trovare una soluzione e rivedere il programma dei cantieri”: ad alzare la voce sui disagi e pericoli in Autostrada è il sindaco Carlo Bagnasco mettendo in luce le problematiche per chi entra dal casello di Rapallo ed è diretto a Livorno.

“Il moltiplicarsi di incidenti stradali, purtroppo anche mortali, sulle autostrade liguri, è la prova di una gestione folle della logistica e dell’allestimento dei cantieri, che non tiene minimamente conto della conformazione delle tratte autostradali del nostro territorio e, quindi, della conseguente pericolosità – ha proseguito – In sintesi, essendo la corsia di destra interdetta al transito causa lavori, l’immissione avviene direttamente in un’unica corsia, quella di sinistra, con i mezzi provenienti da Genova che arrivano a tutta velocità. Una situazione folle, pericolosissima”.

Bagnasco è stato chiaro: “Contatteremo le Autostrade per fare in modo che intervengano immediatamente, prima che avvenga il peggio. Da mesi e mesi chi si sposta sulle autostrade liguri sta vivendo disagi pazzeschi. Quanto sta accadendo alla circolazione autostradale nella nostra regione sta creando gravissimi problemi non solo di sicurezza stradale, ma anche economici”.

Tra le conseguenze dovute ai disagi autostradali, le ripercussioni sulla viabilità urbana in concomitanza con la chiusura di alcune tratte causa lavori: “Le nostre strade non sono strutturate per ospitare un transito massiccio di mezzi pesanti – conclude Bagnasco – Chiederemo quindi ad Autostrade un contributo per gli interventi di asfaltatura che si rendono necessari per ripristinare la sede stradale delle principali arterie viarie della città, ammalorata anche a causa delle sollecitazioni dovute al transito eccezionale dei mezzi pesanti”.