LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Potenziamento della rete, inizia una settimana calda sulle Autostrade liguri

Aspi: "Le attività più complesse vengono concentrate fino a marzo, nel periodo a minor traffico anche per le restrizioni anti-Covid".

Inizia una settimana di disagi sulle autostrade della Liguria: dalle 6 del 25 gennaio allo stesso orario del 30, sulla A12 Genova-Sestri Levante, per consentire le attività di manutenzione della galleria “Rivarolo II”, sarà chiuso l’allacciamento con la A7, in direzione di Genova. Contemporaneamente, per analoghe attività sulla galleria “Ribasso” sulla A12, sarà attiva una cantierizzazione tra le stazioni di Chiavari e Lavagna che comporterà la chiusura della stazione di Lavagna in uscita per chi proviene da Livorno e in entrata per chi è diretto a Genova: in alternativa potrà essere utilizzata la stazione di Chiavari.

“I cantieri fanno parte della nuova fase di interventi per il potenziamento e l’ammodernamento della rete ligure concordata con il MIT e gestita sotto il coordinamento della Prefettura, la cui pianificazione è stata definita fino a giugno – spiega Autostrade in una nota – Le attività più complesse vengono concentrate fino a marzo, nel periodo a minor traffico anche per le restrizioni anti-Covid. Il piano presentato prevede che entro giugno siano ultimati i principali interventi nelle gallerie della cerchia cittadina, che sarà così liberata dai relativi riflessi sulla viabilità”.

“I lavori sullo snodo di collegamento tra le due autostrade A7 e A12 verranno eseguiti tramite cantierizzazioni svolte h24 7 giorni su 7, concentrando il maggior numero possibile di maestranze – prosegue Autostrade – Chi proviene da Sestri Levante, non potendo proseguire verso Genova Ovest e l’allacciamento per la A10, sarà obbligatoriamente deviato sulla A7 verso Serravalle/Milano, dove potrà uscire alla stazione di Genova Bolzaneto e rientrare dalla stessa in direzione di Genova o, in ulteriore alternativa, raggiungere il capoluogo ligure attraverso la viabilità ordinaria”.
“Per le lunghe percorrenze, chi dal corridoio tirrenico è diretto verso il nord o verso la Francia, potrà percorrere la A12 e la A15 Parma-La Spezia, proseguire sulla A1 Milano-Napoli e, all’altezza di Piacenza, immettersi sulla A21 Torino-Piacenza-Brescia, per poi procedere sulla A26 Genova Voltri-Gravellona Toce o sulla A6 Torino-Savona”.