LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

“La situazione sta peggiorando, a livello nazionale l’Rt è 1.09”

Il monitoraggio dell'Iss: "Undici Regioni sono a rischio alto"

“Cresce il rischio di una pandemia non controllata dovuto ad au aumento del Covid con l’indice Rt a 1.09”: così la bozza del monitoraggio settimanale del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità che ha preso in esame il periodo tra il 4 e 10 gennaio.

“Riscontriamo undici Regioni/PPAA con un rischio alto e dieci moderato ma quattro ad alto rischio di progressione a rischio alto nelle prossime settimane – prosegue la nota – Nove Regioni (Abruzzo, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Piemonte, Puglia, Sicilia, Umbria e Valle d’Aosta) hanno un Rt puntuale maggiore a uno nel limite inferiore, compatibili con uno scenario tipo 2, mentre altre dieci un Rt compatibile con uno di tipo uno ma sono tutte con un Rt medio sopra uno o appena sotto. Lombardia e Bolzano invece hanno Rt maggiore di 1.25 e quindi scenario tipo 3”.

Sul fronte sanitario il monitoraggio è il seguente: “Dodici Regioni/PPAA hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva e/o aree mediche sopra la soglia critica (contro le 13 della settimana precedente) mentre il tasso di occupazione in terapia intensiva a livello nazionale continua a essere sopra la soglia critica (30%)”.