LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Atp, partiti i controlli serali nel Tigullio

Controlli tra Rapallo, Portofino e il Tigullio orientale. Controllate 300 persone: turisti in aumento, segnalati alcuni minori.

E’ iniziata questa settimana la campagna di controlli a tappeto sulle linee serali e notturne del Tigullio. Due squadre di agenti verificatori hanno intrapreso una campagna anti evasione e anche di controllo del rispetto delle norme Covid (distanziamento a bordo, obbligo mascherino, 60% per cento dei posti a sedere fruibili) sulle linee 82 tra Rapallo, Santa Margherita e Portofino, e sulle linee 4, 5 e 98 tra Casarza, Sestri Levante, Lavagna e Chiavari. «La campagna di controllo proseguirà per tutto il mese di agosto – spiega Andrea Geminiani, coordinatore generale di Atp – durante l’attività possiamo contare sulla collaborazione delle forze dell’ordine e della polizia locale. In un paio di casi sono intervenuti anche i carabinieri, a seguito del rifiuto di dare le proprie generalità da parte di alcuni minorenni sprovvisti di permesso di viaggio». Con una squadra composta da una mezza dozzina di agenti verificatori, la polizia amministrativa di Atp Esercizio ha già compiuto circa 300 verifiche tra mercoledì 5 e giovedì 6 agosto. Sono state verbalizzate 25 persone prime di biglietto. I controlli continueranno per tutta l’estate con almeno due controlli a tappeto alla settimana, sempre riguardanti le linee cosiddette turistiche, sia del Tigullio, sia del golfo Paradiso. Gli agenti di Atp Esercizio per legge svolgono il ruolo di polizia amministrativa. Oltre che ai controlli sul possesso dei titoli di viaggio i controlli hanno anche lo scopo di prevenzione e sicurezza: «Con queste azioni contiamo puntiamo a rafforzare quella percezione di sicurezza per chi sale a bordo delle nostre corriere – dice Andrea Geminiani, direttore operativo di Atp Esercizio – ovviamente lo scopo principale è colpire l’evasione, andando a fare i controlli in una fascia oraria che da sempre è interessata dal fenomeno. I primi risultati sono incoraggianti. Vale anche la pena di rilevare come il numero delle persone a bordo sia abbastanza elevato, comprendo circa il 50 per cento della capienza. C’è dunque una ripresa del movimento serale e notturno, segnale incoraggiante per l’industria del turismo». Atp Esercizio ricorda che tutti coloro che usufruiscono del servizio di trasporto pubblico sono tenuti a munirsi di titolo di viaggio, a convalidarlo ed esibirlo in caso di controllo. Ai sensi della normativa vigente, il personale dedicato alle funzione di controllo dei titoli di viaggio assume la qualifica di Pubblico Ufficiale. Il rifiuto di rilasciare le proprie generalità o rilasciarne false, la resistenza, la violenza e l’oltraggio nei confronti dei verificatori sono reati penali e, come tali, perseguibili ai sensi del Codice Penale. Le sanzioni amministrative sono previste dalla L.R. 36/2012 alla redazione del verbale, euro 40 per il pagamento contestuale alla redazione del verbale, euro 60 per pagamento entro 5 giorni, euro 93,33 per pagamento entro 60 giorni. Trascorso inutilmente anche questo termine verranno attivate le procedure di riscossione tramite ruolo per l’importo di euro 280 oltre spese ed interessi.