Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Lavanderia San Giorgio, la buona notizia è arrivata: c’è l’offerta d’acquisto

L'annuncio da parte del curatore fallimentare: "L’imprenditore al momento preferisce restare anonimo ma il futuro dei dipendenti viene garantito".

C’è l’offerta d’acquisto per la lavanderia San Giorgio di San Colombano Certenoli: l’annuncio è arrivato da parte del curatore fallimentare dott. Alberto Marchese: “L’imprenditore al momento preferisce restare anonimo ma il futuro dei dipendenti viene garantito. La Lavanderia San Giorgio è pronta a ripartire dopo un periodo difficile”.

Pur restando ancora nell’anonimato l’imprenditore ha voluto “ringraziare tutte le persone che hanno lavorato nonostante il fallimento. Speriamo di aggiudicarci la gara nel minor tempo possibile per portare il nostro entusiasmo e rilanciare il territorio della Fontanabuona tornando ad offrire un servizio a ottimi prezzi”.

Soddisfazione è arrivata dal consigliere regionale e capogruppo di Forza Italia – Liguria Popolare Claudio Muzio: “E’ davvero una bellissima notizia per le maestranze, per le loro famiglie e per la comunità intera la formalizzazione di un’offerta d’acquisto per la lavanderia San Giorgio di San Colombano Certenoli in Val Fontanabuona, comunicata quest’oggi dal curatore fallimentare dott. Alberto Marchese. E’ un passaggio fondamentale per il salvataggio e il rilancio di questa attività, la salvaguardia dei posti di lavoro, il mantenimento di un importante presidio produttivo sul nostro territorio. Il risultato che si profila è l’esito dell’unità d’intenti e dell’impegno deciso e corale di tutti i soggetti coinvolti, che hanno fatto squadra per il raggiungimento dell’obiettivo comune e hanno messo in campo, ciascuno nel suo ambito e per le sue competenze, azioni finalizzate a garantire un futuro all’azienda. Tutti hanno remato nella stessa direzione: l’Amministrazione comunale nella sua interezza, il sindacato, il curatore fallimentare, le maestranze. Sono soddisfatto per aver potuto contribuire, assieme agli altri consiglieri regionali del territorio, alla definizione e alla realizzazione di questo percorso certamente non facile, che oggi sta portando i suoi frutti”.

“Esprimiamo viva soddisfazione per la vendita della Lavanderia industriale San Giorgio di Scaruglia, situazione che chiuderà lo stato fallimentare in atto e che ne ha sancito un grave crisi. Questo risultato è stato un impegno per recuperare un settore industriale e più di 30 lavoratori che rischiavano di restare senza un’occupazione”: così il gruppo consiliare Territorio e Sviluppo.

“Ci siamo attivati immediatamente per primo insieme all’organizzazione sindacale della CGIL di Chiavari convocando un consiglio comunale straordinario. Per questo intendiamo per primi ringraziare i dipendenti che sono stati al loro fianco per una “battaglia” che sembrava persa in partenza. Un doveroso grazie al sindacato che è stato un grande aiuto per tutto questo periodo. Un grazie alle istituzioni al Comune ed in particolar modo alla Regione Liguria agli Assessori e soprattutto a quei consiglieri che sono stati parte attiva. Un augurio al nuovo acquirente che possa far rifiorire questa azienda così come ha potuto fare per altre attività del territorio. Il nostro gruppo resta a disposizione per sostenere le aziende del territorio quale futuro occupazionale di questa valle già fin troppo colpita dalla crisi economica”.