LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Tenace & incapace

Più informazioni su

L’ equazione tenace = capace parte difettosa, se ne consideriamo scontata la soluzione.

In merito alla premessa, tratteggio questo tipo di uguaglianza collocandola idealmente, con provocatorio balzo, nell’ alveo del lavoro dipendente, sia a livello di Istituzioni pubbliche sia di Aziende private di grandi dimensioni: visto che tale equazione pare proprio qui trovare accomodamento.

Un alveo tortuoso e fecondo (menzionando “I mezzemaniche” di G. Courteline) che, per alchimie miracolistiche e meritocrazia telecomandata, riesce a produrre modelli di manager che altri contesti tengono prudentemente fuori dall’uscio.

L’ idea organizzativa, di fantozziana memoria, posta ben oltre l’orizzonte immaginativo del cittadino, la si può estensivamente rappresentare nella concorrenza interna tra la figura del tenace funzionario, smanioso di ereditare una superiore qualifica, e la figura del consulente, in odore di stabilizzazione, prescelto non tanto per appartenenza (smentendo ogni eventuale insinuazione), bensì per accreditata competenza.

Da questo punto di vista, si può ben comprendere quanto la categoria metafisica della tenacia, in entrambi i casi in esame, identifichi la condizione primaria e ineludibile di chi ambisce a nomine di comando.

Va infatti considerato in via generale che la tenacia in ambito lavorativo, come nel corteggiamento amoroso, può consentire all’individuo la conquista di vette altrimenti irraggiungibili.

Malgrado tutto, i comodi automatismi del tenace=capace e dell’autoevidenza del ruolo consulenziale, divengono evenienze poco probabili in contesti aziendali privati dimensionalmente ridotti, stante l’esigenza di scrupolosa accortezza nell’impegno delle risorse finanziarie.

In senso lato, sotto questo aspetto, per italico costume, l’ambito organizzativo delle Aziende di Stato pare attitudinale a tali esercizi. Non a caso, sempre per motivi di carriera, diviene indispensabile la tenacia stanziale, paragonabile al dotarsi del numero progressivo nella fila di un ufficio postale.

In sintesi conclusiva, la pur preziosa tenacia non equivale a capacità. Tuttavia, favorita da specifici contesti, può utilmente conferirne aspetto e ruolo.

Più informazioni su