LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Cogorno, presentati i progetti del servizio civile

Dureranno un anno e si terranno presso le sedi Cri del comprensorio.

Questa mattina presso la sede della Croce Rossa Italiana di Cogorno di via alla Croce Rossa, si è svolta la presentazione dei due nuovi progetti di servizio civile universale: entrambi della durata di un anno si svolgeranno presso le sedi Cri del comprensorio, si intitolano “Avanti Così” (di assistenza) e “Aiuto nelle calamità” (di Protezione civile).

Ad accogliere i presenti, il presidente della CRI di Cogorno, Cavalier Franco Carniglia, il progettista Dott. Giovanni Rocca ed il presidente Regionale CRI Maurizio Biancaterra. Tra le autorità presenti, il Sottosegretario di Stato, l’Onorevole Roberto Traversi, i consiglieri regionali Claudio Muzio e Sandro Garibaldi, i sindaci di Cogorno, Gino Garibaldi, di Chiavari, Marco Di Capua, di Favale di Malvaro, Ubaldo Crino, l’assessore alle politiche sociali del comune di Sestri Levante, Lucia Pinasco, l’assessore comunale di Ne, Maria Stella Mignone, il vicesindaco di Coreglia Ligure, Daniela Queirolo, l’assessore comunale di Moconesi, Carla Podestà, il consigliere delegato del Comune di Cogorno Luca Torrente, e il consigliere delegato alla Protezione Civile del Comune di Chiavari, Giorgio Canepa.

“Siamo qui oggi per parlare del servizio Civile Universale grande sconosciuto alla stragrande maggioranza della popolazione, e per pubblicizzare i nostri progetti: Avanti Così e Aiuto nelle calamità – ha detto salutando e ringraziando i presenti il presidente della CRI di Cogorno Carniglia – Rivolgiamo un appello alle istituzioni per far conoscere il Valore formativo e umano del servizio civile universale. Dal 2011 a oggi, si avvia a partire l’undicesimo progetto. Negli anni, i nostri progetti sono sempre stati caratterizzati da una mole inestimabile di lavoro, un impegno di tempo che va riconosciuto e rispettato. Il programma, e i suoi due progetti, sono stati posizionati al primo posto in Italia per quanto concerne la Croce Rossa Italiana, dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Universale. Che questo insieme merita, anzi esige, l’attenzione dei media e degli ordini di stampa e la loro collaborazione per la diffusione e spiegazione dello stesso”.

A redarre i progetti, il Dott. Rocca: “Da rilevare, la ricaduta finanziaria sul territorio: circa 220 mila euro annui che, per un totale di undici progetti finanziati, forniscono un apporto nel nostro comprensorio di più di due milioni di euro – ha aggiunto -. Il progetto “Avanti così” fa riferimento in particolare ai trasporti sanitari, mentre “Aiuto nelle calamità” si occupa del settore della Protezione civile. Molto Importante la collaborazione con i due comuni di Chiavari e di Cogorno, dove i giovani saranno impegnati sul territorio in collaborazione con il personale comunale nella prevenzione e nella diffusione di protezione civile e delle manovre salvavita dal punto di vista sanitario”.

Ha concluso ringraziando i presenti il primo cittadino di Cogorno: “Da far capire ai giovani la bella occasione e opportunità a cui si va incontro con questi progetti – ha concluso Gino Garibaldi, sindaco di Cogorno -. Un momento formativo, di riflessione a servizio della nazione lavorando per il bene comune. Essere pronti e dire “Ci sono” nei momenti di bisogno”.