LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Scatta la zona rossa, cosa si può fare il 24 dicembre?

Cosa si può fare oggi, giorni della vigilia di Natale? Partiamo con un chiarimento basilare: se ancora dovete fare i regali di Natale ci sono soluzioni d’acquisto anche nel giorno antecedente il 25. E’ possibile infatti acquistarlo tra i beni in vendita nei negozi che vendono alimentari (non tutti i supermercati transennano i reparti non alimentari), optare su un prodotto per l’igiene o per la salute (un pacco di mascherine, un saturimetro, visto che le farmacie sono regolarmente aperte). Ma ci sono anche le edicole, le tabaccherie, i negozi di giocattoli, i ferramenta, i negozi di elettronica, di igiene per la casa, di abbigliamento e calzature per l’infanzia e tutti quelli elencati nell’allegato 23. Senza dimenticare quegli esercizi che applicano il servizio delivery. Tenendo conto che sono sempre consentiti gli spostamenti per motivi di lavoro, salute o comprovata necessità, si può sempre tornare a casa perché è motivo legittimo di spostamento. E’ possibile andare, anche fuori regione, ad assistere una persona non autosufficiente, ma da soli o eventualmente con altre persone o minori di cui vi occupate.

La visita, il pranzo o la cena della vigilia. E’ possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, anche verso altri comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono. Non è previsto controllo all’interno delle abitazioni nè monitorare il numero di volte in cui ci siamo spostati ma bisogna fare attenzione perché non si possono escludere controlli incrociati sulle autocertificazioni. Si può andare nella seconda casa soltanto se si trova nella stessa regione di residenza e solo se con il proprio nucleo familiare convivente. È consentito lo spostamento verso la seconda casa, anche se intestata a più comproprietari, di un solo nucleo familiare convivente.

I bar e ristoranti sono chiusi h24 ma possono effettuare vendita con asporto e delivery. All’autogrill invece tutto normale, possono comunque restare aperti oltre le 18 gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro. Detto in altre parole: è sempre consentita la consegna dei prodotti a domicilio, nel rispetto dei requisiti igienico sanitari sia per il confezionamento che per il trasporto, ma con vendita a distanza senza riapertura del locale. Infine si può praticare all’interno del proprio comune sport in forma individuale (corsa, bici, altri tipi di allenamenti all’aria aperta) andare a messa o partecipare a un’altra cerimonia religiosa nel rispetto dei protocolli