LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Sestri Levante, tre bandi e 230.000 mila euro messi a disposizione dal Comune

Serviranno per il sostentamento delle famiglie, delle imprese e della associazioni sportive e culturali in difficoltà.

Sono stati approvati nel corso della seduta di Giunta di oggi i tre bandi che vanno a completare l’articolato sistema messo a punto dal Comune di Sestri Levante per dare sostegno alle famiglie e ai soggetti più colpiti dalla pandemia e che ha preso avvio a inizio mese.

230 mila euro la cifra messa a disposizione grazie ai fondi del Governo per l’ultima tranche di contributi che l’Amministrazione Comunale ha scelto di investire nel sostegno alle famiglie per 100 mila euro, imprese e professionisti per altri 100 mila euro e il mondo dell’associazionismo con un contributo di 30 mila euro.

 

“Abbiamo studiato un pacchetto di misure utile a dare ristoro alle situazioni di emergenza, partendo dall’analisi su come è cambiata la città in questi mesi, ascoltando le persone e il mondo dell’impresa – dichiarano la Sindaca Ghio, l’Assessore alle Politiche sociali Pinasco e l’Assessore al Commercio Bixio -. La prima parte di misure si è concentrata sulle emergenze più urgenti come i buoni spesa, affitti, trasporto e riscaldamento, mentre i nuovi bandi si concentrano, oltre che sulle famiglie, sul mondo di impresa e commercio, fondamentale per la vita della città e di tanti cittadini, non solo in maniera diretta ma anche indiretta”.

 

Tutti i bandi si apriranno la prossima settimana e resteranno aperti fino al 1 febbraio, così che i potenziali beneficiari possano avere tutto il tempo per prendere visione degli stessi e richiedere eventuali chiarimenti e preparare la documentazione necessaria a corredo della domanda.

 

Il bando dedicato alle famiglie ha come destinatari i nuclei familiari che hanno subito una contrazione del reddito almeno del 25% a seguito dell’emergenza: l’Amministrazione ha scelto di aggiungere al contributo base una quota per ogni figlio in età scolastica, così da dare sostegno per eventuali spese collegate alla didattica a distanza o alla gestione dei figli durante la sospensione dell’attività scolastica.

 

Sempre a fine mese sì aprirà il bando a sostegno delle imprese che hanno subito una riduzione almeno del 33% del fatturato rispetto al 2019: il contributo sarà erogato alle attività richiedenti in base al punteggio risultante dall’appartenenza a una serie di condizioni come la presenza di eventuali locazioni o mutui o la qualità di imprese giovani.  A questo bando si affianca quello dedicato al mondo sportivo e culturale a cui potranno accedere le associazioni che abbiano subito una contrazione della propria attività ma anche che abbiano dovuto sostenere spese straordinarie per la ripresa in sicurezza dell’attività stessa.