LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

L’Entella in laguna per "vendicare" l’unica sconfitta interna

La squadra di Boscaglia si prepara ad affrontare il Venezia, unica formazione capace di batterla tra le mura amiche in stagione. Match da prendere con le molle

L’unica sconfitta interna patita dalla Virtus Entella risale alla quinta giornata quando al “Comunale” di Chiavari fu il Venezia ad imporsi con classico punteggio all’inglese grazie al vantaggio lampo di Capello dopo appena 3′ minuti di gioco e al raddoppio nella ripresa di Bocalon.

Una sconfitta che non rallentò comunque l’ottimo cammino della formazione di mister Boscaglia che da quello stop al successo sul Pescara di domenica scorsa ha messo in carniere altri 24 punti salendo a quota 34 in piena zona Play – Off. Una vittoria che non mutò troppo neanche la stagione dei lagunari che in un girone hanno collezionato altri 20 punti salendo a 27 e si trovano ora a due lunghezze dalla salvezza diretta in zona Play – Out.

Insomma quella del “Penzo” di domenica prossima sarà una sfida tra due formazioni tutto sommato in salute, ma divise da sette punti in classifica e che, al momento, appaiono in corsa per obbiettivi diametralmente opposti, anche se come ricordato sempre da Boscaglia il primo obbiettivo dei “Diavoli Neri” è quello di avere al più presto la certezza matematica della salvezza.

Nell’ultimo turno di campionato il Venezia ha perso in casa contro il quotato Frosinone, rete di Rohdén, ma ha offerto comunque una buona prestazione e quindi i bianco celesti dovranno prendere con le molle e le dovute precauzioni l’impegno in laguna.

Il mercato di Gennaio: Un Venezia che nel mercato di Gennaio ha cambiato volto a cominciare dal rinforzo in attacco ossia quel Monachello che è stato spesso associato anche alla Virtus Entella durante la sessione invernale di calciomercato, ma che alla fine gli ha preferito Rodriguez (in gol all’esordio con il Pescara domenica scorsa, ndr). Sempre per il reparto avanzato in prestito dall’Inter ecco il classe ’92 Samuele Longo. Una carriera in prestito dopo gli esordi in nero azzurro vestendo tra Serie A e Serie B le maglie di Cagliari, Cremonese e Frosinone. Un altro acquisto di spessore è stato sicuramente quello dell’esterno mancino, in regime di svincolo, Cristian Molinaro. Esperienza da vendere sulla corsia per l’ex di Juventus e Torino che ha più recentemente vestito la casacca canarina del Frosinone. Dal Lecce, con cui ha vinto la Serie B la scorsa stagione, ecco invece il difensore Riccardi. Infine merita una menzione particolare Marco Firenze, vero e proprio jolly che può agire sia da esterno d’attacco che da mezzala, tornato in Laguna dalla Salernitana. Per lui, originario di Sestri Levante ed ex giocatore dei “Corsari” rossoblu in Serie D, la sfida con la Virtus Entella sarà una sorta di sentitissimo derby. Ha salutato la compagine lagunare uno dei marcatori dell’andata ossia quel Bocalon passato al Pordenone nello scambio con Monachello. Ceduti anche Di Mariano alla Juve Stabia, Gavioli alla Primavera dell’Inter e Barlocco in Serie D al Seregno.

I numeri: 27 punti in classifica frutto di sei vittorie, 9 pareggi e 8 sconfitte. Con 20 gol fatti l’attacco del Venezia è il secondo meno prolifico della cadetteria, peggio ha fatto solo la Cremonese con 19. Molto meglio il dato che riguarda la difesa con appena 24 reti al passivo, le stesse della Virtus Entella, terza miglior difesa del campionato. I migliori marcatori risultano essere Capello e Aramu con cinque reti a testa.

Insomma, come già detto in precedenza, una partita da prendere con le molle, ma anche con la giusta determinazione per cercare un risultato positivo che consenta alla squadra di Boscaglia di rimanere attaccata al treno Play – Off.