LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Bogliasco sempre più "green" grazie al recupero dell’olio esausto

Anche presso le Scuole è stato posizionato un punto di raccolta; questo dedicato a un progetto che coinvolgerà gli studenti in una sorta di gara di "recupero"

Più informazioni su

Un’enorme fonte di dispersione nell’ambiente di olio vegetale usato. E’ questo il risultato prodotto proprio dall’olio domestico riversato negli impianti fognari come “semplice” rifiuto.
Si tratta di quantità singolarmente poco significative ma incredibilmente grandi se considerate nella loro globalità.

Proprio per questo motivo l’Amministrazione ha collocato in Via Cavour e in Piazza Partigiani d’Italia nuovi bidoncini per la raccolta dell’olio vegetale domestico esausto. Anche presso le Scuole è stato posizionato un punto di raccolta; questo dedicato a un progetto che coinvolgerà gli studenti in una sorta di gara di “recupero”. Importante depositare, all’interno di questi nuovi bidoni, l’olio direttamente nelle bottiglie di plastica senza versarlo.

“Stiamo parlando di 210 milioni di litri all’anno, pari a circa 3,8 Kg ad abitante – spiega Filippo Crosio, assessore alle Politiche Ambientali del comune di Bogliasco – Riuscire a raccogliere anche questo olio è però un’impresa difficilissima che diventa impossibile se non si riesce ad attivare la collaborazione di ogni cittadino e delle amministrazioni locali. Perché ciò avvenga è fondamentale che ci sia informazione e consapevolezza. L’organizzazione di un servizio di raccolta capillare, fin dall’ambito domestico, consentirebbe di recuperare anche questa ingente quantità di olio attualmente versato nei lavandini. Di concerto, ogni singolo produttore domestico, oltre che a prestare anch’egli un’opera di sensibilizzazione, dovrebbe impegnarsi a conferire l’olio esausto presso appositi contenitori dislocati in spazi messi a disposizione dall’ente pubblico o dalle attività commerciali. Proprio per questo abbiamo collocato in Via Cavour e in Piazza Partigiani d’Italia nuovi bidoncini per la raccolta dell’olio vegetale domestico esausto”.

Più informazioni su