LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Lotteria Italia, 20.000 € vinti a Rapallo

Liguria poco fortunata all'estrazione dei premi finali. Oltre al tagliando di Rapallo altri quattro vincitori a Genova di premi di terza fascia

Più informazioni su

E’ andata in scena ieri sera, nel giorno dell’Epifania, l’estrazione finale dei premi della Lotteria Italia durante il programma serale “I soliti ignoti – Il ritorno” condotto in prima serata da Amadeus.

In Liguria non è stato estratto nessuno dei premi principali ossia quelli di prima categoria dal valore più alto, ma la Befana ha comunque portato una calza piena di doni a Rapallo dove è stato estratto un premio di terza categoria, il più alto della Liguria dal valore di € 20.000. Si tratta del biglietto N°Q 264525. Altri quattro biglietti della stessa fascia, ma di importo inferiori sono stati estratti nel capoluogo ligure di Genova.

Nella nostra regione calo del 7,4% delle vendite dei biglietti della Lotteria Italia dove sono stati staccati in totale 181.540 biglietti. Genova, spiega Agipronews, si conferma la provincia dove sono stati distribuiti più tagliandi (98.160), con un decremento del 10%; in discesa le vendite anche in provincia di Savona (37.660, -5,9%), La Spezia (25.240, -3,1%) e Imperia (20.480, -2,3%).

Il biglietto del primo premio della Lotteria Italia, dal valore di 5.000.000 Mln di € è stato venduto a Torino, il secondo premio da 2,5 Mln di € a Gonars in provincia di Udine, il terzo da 1,5 Mln di € a Roma, il quarto da 1 Mln di € a Lucca e il quinto da 500.000 € a Erba in provincia di Como.

I vincitori hanno sei mesi di tempo dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’elenco dei biglietti vincenti per riscuotere la propria vincita presentando il tagliando vincente, integro e in originale, negli sportelli di Banca Intesa Sanpaolo oppure all’Ufficio Premi di Lotterie Nazionali. Il pagamento avviene entro 30 giorni dalla data di presentazione del biglietto. Il biglietto, spiega Agipronews, può anche essere spedito direttamente all’Ufficio Premi, con una raccomandata A/R, indicando le generalità, l’indirizzo del richiedente e la modalità di pagamento (assegno circolare, bonifico bancario o postale).

Più informazioni su